Via Labicana 62 00184 Roma

Email: info@centrosanitarioromano.com

Rimozione tatuaggi e inestetismi con laser q-switched

Rimozione tatuaggi e inestetismi
22-12-2020

Che si parli di macchie della pelle o di tatuaggi non più desiderabili, il trattamento con laser Q-switched - che utilizza il principio della fototermolisi selettiva - è sicuramente la soluzione che garantisce i migliori risultati. In entrambi i casi ci riferiamo a pigmentazioni cutanee benigne che però impattano esteticamente in modo pesante sul nostro aspetto.

Partiamo dalla rimozione dei tatuaggi. Poiché il tatuaggio si realizza con l'inserimento di un pigmento nel derma (quindi nello strato cutaneo che si trova al di sotto dell'epidermide), la sua presenza è permanente.

Il laser Q-switched rappresenta una rivoluzione copernicana nel settore della rimozione di pigmenti permanenti. Nel passato si utilizzavano laser di vecchia concezione a radiazione continua oppure si ricorreva all'abrazione della pelle o addirittura alla rimozione chirurgica. Il laser Q-switched invece dispone di diverse lunghezze d'onda e agisce in modo selettivo sui diversi pigmenti. Così il pigmento può essere rimosso senza lasciare cicatrici e senza creare danni al tessuto della zona circostante.

Quando decidiamo di far rimuovere un tatuaggio, gli elementi che rendono più o meno agevole la eliminazione sono:

  • L'età del tatuaggio - Tatuaggi più "antichi" hanno perso un po' di pigmento e sono più semplici da rimuovere.
  • La dimensione e la localizzazione del tatuaggio - La presenza in zone delicate del corpo allunga i tempi di rimozione.
  • I colori utilizzati - Un tatuaggio monocromatico è più semplice da rimuovere di un tatuaggio policromo. Il bianco e il giallo sono i colori più ardui da rimuovere.
  • Il colore della pelle del paziente - Le pelli scure sono più difficili da trattare perché è necessario porre estrema attenzione a non rimuovere il pigmento naturale.

Inoltre alcune accortezze vanno prese dopo ciascuna seduta:

  • Non esporre la zona trattata all'azione diretta dei raggi solari. Per questo motivo la maggior parte delle rimozioni avviene in autunno-inverno.
  • Tra un trattamento e l'altro utilizzare secondo quanto prescritto dal medico creme antibiotiche e creme emolienti da applicare sulla parte trattata.
  • Lasciar trascorrere almeno 30 giorni tra una seduta e la successiva.

Le macchie invece sono causate da un eccesso di pigmento nella pelle,a seguito di una eccessiva esposizione al sole o ai raggi ultravioletti, ma talvolta dovute a fattori puramente genetici. Poiché ogni "macchia" può avere una causa di insorgenza e una natura diversa, prima del trattamento laser si consiglia sempre una approfondita visita dermatologica che possa chiarire questi aspetti. In caso di dubbio, è meglio astenersi dal trattamento ed eventualmente prediligere una biopsia e un successivo esame istopatologico.

Laddove appropriato, il trattamento con laser Q-switched si rivela particolarmente efficace. Il laser attiva infatti la fototermolisi selettiva per colpire solo le macchie, senza toccare e danneggiare la cute circostante.

La rimozione di macchie e tatuaggi con laser Q-switched è svolta ambulatorialmente dal Dott. Fabrizio Gorreri.

Ogni trattamento dura circa 30 minuti e interviene su una superficie di circa 3 centimetri quadrati (all'incirca la superficie di un francobollo). Il costo è pari a 120 euro.

La prima visita per la valutazione del lavoro da svolgere ha un costo di 100,00 euro, ma l'importo viene subito detratto dal costo dei primi 4 trattamenti svolti. Quindi il costo della prima visita e dei primi 4 trattamenti sarà di 480 euro.